Stampa
Categoria: NEWS

ITALIA CAMPIONE D’EUROPA A CASTIONE DELLA PRESOLANA

L’Italia si laurea campione d’Europa a Castione della Presolana dove, nel weekend, si è svolto il 5° Campionato Europeo di Vovinam Viet Vo Dao, organizzato dalla EVVF.

Il Vovinam è un’arte marziale vietnamita, fondata nella capitale Hanoi nel 1938, che in Italia ha trovato la sua terra d’elezione; è infatti la terza volta – su cinque edizioni – che la nazionale italiana occupa il primo posto nel medagliere: era successo a Tenerife nel 2010 e a Lignano Sabbiadoro nel 2012.

Per la seconda volta – dopo, appunto, l’edizione di Lignano – la EVVF  ha scelto l’Italia come paese ospitante, e l’associazione dilettantistica Vovinam Viet Vo Dao  Italia si è messa subito al lavoro: sono stati mesi di duro lavoro, ma la soddisfazione di vedere nove nazioni e circa 150 atleti presenti tutte per lo stesso obiettivo è impagabile. Organizzazione impeccabile anche grazie ai molti volontari presenti che hanno potuto seguire passo passo ogni momento sia precedente che durante l’evento. L’evento supervisionato dal Comitato Provinciale A.S.I. Lecco ha avuto un grande impatto sul territorio bergamasco e ha registrato anche le visite del Presidente della Federazione Mondiale di Vovinam Dr. Ma Huu Tin direttamente dal Vietnam, del presidente della Federazione Europea di Vovinam Maestro Macovei Florin, del Vice Presidente A.S.I. Emilio Minunzio e del presidente comitato Regione Lombardia Marco Contardi e del Presidente A.S.I. Comitato di Lecco Maestro Giuseppe Pollastro, head of competition commission per la European Vovinam Viet Vo Dao Federation  responsabile Macro area della divizione Vovinam Viet Vo Dao di A.S.I. e arbitro internazionale

La squadra italiana, guidata dai coach Monica Scarano, Andrea Castellani e Giuseppe Disanti, composta dai  ventitre atleti, ha portato a casa nove ori, cinque argenti e quattro bronzi, riuscendo così a battere la Germania, detentrice del titolo conquistato in Svizzera nel 2016 che ha chiuso con tre ori in meno al secondo posto nel medagliere.

A Castione, dove insegna Bruno Speranza – uomo fondamentale per l’organizzazione dell’evento ma che non ha potuto esserci per motivi di salute, a lui va un forte abbraccio – oltre che una manifestazione sportiva importante c’è stata anche una festa dello sport, perché tutti i partecipanti si sono distinti per il fair play e la grande sportività.

Le medaglie d’oro dell’Italia sono arrivate da più specialità: la prima è di Lorenzo De Oliveira (Gorla Milano) nella forma di alabarda, che apre le danze per la squadra ospitante; Iris Di Nardi (Atleta del club di  Briosco e insegnante di Lomagna e Renate), alla prima gara dopo essere diventata mamma, torna e si porta a casa due primi posti: nella tecnica di spada T.H.L.N. kiem Phap e nel Long Ho Quyen, una forma a mani nude.

Valentina Galli (atleta di Lomagna), oltre all’oro conquistato da sola nella forma di doppi coltelli (Song dao Phap), si piazza sul gradino più alto del podio nel  Song Luyen Kiem, tecnica di spada in coppia con Alessandra Oliva(atleta di Robbiano) ; Stefano Maltagliati (atleta presso il Club di Briosco), invece, conferma il suo primato nella forma di spada ancora una volta, portando a casa l’ennesima medaglia d’oro della carriera (è infatti detentore del titolo europeo da ormai 3 edzioni e del titolo mondiale da 4 edizioni). Rebecca Recalcati e Marco Mazza (Atleta presso il club di Briosco e Renate9 conquistano il primo posto nella categoria di difesa femminile, tecnica a coppia mista, mentre Stefano Smiraglia e Davide Coari (atleti di Buccinasco) vincono la categoria di Song Luyen Dao, tecnica a coppie di coltello. L’ultimo oro è forse il più clamoroso, il più bello, il più avvincente: Italia che conquista una medaglia d’oro anche nella categoria di combattimento +86 kg: è Tommasi Dami di Pistoia che con una rimonta incredibile, anche grazie ad un tifo da stadio, batte Vitalie Popa dalla Moldavia e fa esplodere di gioia il palazzetto, che lo acclama come un eroe.

Il medagliere Italiano si arricchisce anche di medaglie meno pregiate ma altrettanto importanti .

Si classificano secondi portandosi a casa la medaglia d’argento Stefano Maltagliati  in coppia con Lorenzo de Oliveira nel combattimento codificato con la spada e Davide Coari e Stefano Smiraglia nel song luyen Ma tau (combattimento codificato a coppie con il macete) e nel Song Luyen Ba (combattimento codificato a mani nude n3) seguiti in entrambe le categorie dalla copia Lorenzo de Oliveira e Giovanni di Filippo.  Secondi anche la squadra del da Luyen (combattimento codificato 1vs3 avversari) forata da Olessandra Oliva, Thomas Marcolin, Frigerio Angelo e Zullo Giovanni (atleti del club di Robbiano) Sempre Giovanni in coppia con Valentina Galli hanno portato a casa il 5° argento per l’itlia nella categoria Tu Ve Nu Gioi (difesa Femminile). Gli Ultimi due Bronzi sono stati appesi al collo delle due combattenti donne Annachiara Pedretti (atleta del club di Renate) e Chantal Fabbro (atleta del club di Montichiari)

Ottime anche le prestazioni degli altri atleti italiani Francesco Brambilla (atleta del club di tregasio) , Kim Linh Thai (atleta di Montichiari) e Martina Opreni (atleta di Buccinasco), Francesconi Astrid (atleta del club di Lomagna), Sebastian Bicelli (atleta di Montichiari) e  Dario Nestola (atleta del club di Abbiategrasso) che pur non avendo portato a casa una medaglia fanno ben sperare per il futuro.

L’Italia, per i prossimi due anni, è Campione d’Europa di Vovinam Viet Vo Dao

Dopo una meritata pausa estiva si potrà iniziare a pensare ai campionati mondiali che si svolgeranno in Cambogia a luglio 2019 e ai campionato europei riservato ai Junior che si svolgeranno a Novembre 2019 in Germania

Classifica finale Nazioni:

1. Italia: 9 ORI - 5 ARGENTI - 4 BRONZI
2. Germania: 6 ORI - 5 ARGENTI - 7 Bronze
3. Romania: 3 ORI - 7 ARGENTI - 7 BRONZI
4. Francia: 3 ORI - 4 ARGENTI - 4 BRONZI
5. Belgio: 2 ORI - 3 ARGENTI - 2 BRONZI
6. Bielorussia: 2 ORI - 1 ARGENTO - 3 BRONZI
7. Svizzera: 1 ORO - 4 BRONZI
8. Moldavia: 1 ARGENTO

Qui sotto la PLAYLIST con i video degli ITALIANI e qualche gara degli stranieri.. PLAYLIST in completamento!

Visite: 1967